Olimpiadi di Filosofia 2022

Per il quarto anno, il 17 gennaio 2022 l’IIS Lagrange ha partecipato alla Olimpiade di Filosofia, arrivate alla XXX edizione e organizzata dalla Società Filosofica Italiana (SFI), a cui hanno partecipato 36 studenti.

Che cosa è l'Olimpiade di Filosofia

L'Olimpiade di Filosofia è un progetto di valorizzazione delle eccellenze, riconosciuto dal MIUR, nell’ambito delle Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze (circolare 1 del 10 settembre 2019 e dal decreto ministeriale 541 del 18 giugno 2019).

Componenti

La commissione di organizzazione e di valutazione era composta dai docenti di Storia e Filosofia dell’istituto, Sara Brivio e Bruna Gherner, e dalla docente di Inglese Monica Redaelli.

Vincitrici

La sezione in italiano è stata vinta da Elena Pirovano, 4ALSS, e da Alyssa Muscolino 5ALSA. La sezione in inglese è stata vinta da Paola Biffi, 3ALSA, e da Yara Faramawy, 5ALSA

Tracce

Traccia 1: Ambito teoretico-gnoseologico

​​Esistere significa "poter scegliere"; anzi, essere possibilità. Ma ciò non costituisce la ricchezza, bensì la miseria dell'uomo. La sua libertà di scelta non rappresenta la sua grandezza, ma il suo permanente dramma. Infatti egli si trova sempre di fronte all'alternativa di una "possibilità che sì" e di una "possibilità che no", senza possedere alcun criterio di scelta. E brancola nel buio, in una posizione instabile, nella permanente indecisione, senza riuscire ad orientare la propria vita, intenzionalmente, in un senso o nell'altro.

Kierkegaard, Aut aut

Traccia 2: Ambito etico

Socrate affermava che «una vita senza ricerca non vale la pena di essere vissuta». In una democrazia che amava la retorica ed era scettica nei confronti del dialogo, egli perse la vita per la sua fedeltà all’ideale del pensiero critico. Oggi il suo esempio è fondamentale nella teoria e nella pratica educativa occidental. Una delle ragioni per cui molti continuano a tenere a tutti gli studenti universitari corsi di filosofia e di altre materie umanistiche è il convincimento che tali corsi stimoleranno gli studenti a pensare e a discutere in modo autonomo, piuttosto che affidarsi alla tradizione e all'autorità, ed è il convincimento che la capacità di argomentare in termini socratici sia preziosa per la democrazia.

Martha Nussbaum (1947), Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno degli studi umanistici

Traccia 3: Ambito politico

La guerra è come il movimento dei venti: preserva il mare dalla putredine, nella quale sarebbe ridotto da una quiete durevole, come i popoli da una pace durevole o addirittura perpetua.

Georg Hegel

Non vi è progresso senza conflitto: questa è la legge che la civiltà ha seguito fino ai nostri giorni.

Karl Marx

Traccia 4: Ambito estetico

La bellezza è una forma del genio, anzi, è più alta del genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna. La bellezza è l’unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana. Ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni, ed è un possesso per tutta l’eternità.

Oscar Wilde