DSA

I disturbi che identificano gli alunni con DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento) si manifestano nelle fasi di apprendimento e interessano alcune abilità specifiche che devono essere acquisite da bambini e ragazzi in età scolare.

I disturbi specifici dell'apprendimento, che si identificano in dislessia, disgrafia, discalculia, disortografia e disprassia, intaccano in modo permanente le capacità utili a un individuo per l'apprendimento, come per esempio la scrittura, la lettura e il calcolo e si manifestano con l'inizio della scolarizzazione.

Grazie ai moderni metodi di supporto, oggi, gli allievi con DSA hanno tutte le possibilità di condurre un percorso di apprendimento normale.

Le legge 170/10 riconosce e tutela i diritti dei DSA, la scuola e l’università sono state coinvolte attivamente nell’individuazione delle attività didattiche e dei metodi di valutazione migliori per garantire anche a questi studenti il raggiungimento dei propri obiettivi formativi. Tramite l’utilizzo di strumenti didattici e tecnologici di tipo compensativo: sintesi vocale, registratore, programmi di videoscrittura e con correttore ortografico, calcolatrice, e misure dispensative, per permettere loro di sostituire alcuni tipi di prove con altre equipollenti più adatte alle proprie esigenze.

LINEE GUIDA MINISTERIALI PER DSA